Pubblicato il Lascia un commento

Dry The River – Alarms in the Heart

drytheriver-artwork-album-smallArriva il secondo lavoro degli inglesi Dry The River, che segue di due anni l’album di debutto ‘Shallow Bed’.

Prodotto da Charlie Hugall – che troviamo alla produzione di Florence and The Machine ed Ed Sheeran –, Paul Savage (Mogwai e Franz Ferdinand) e Peter Miles (We Are The Oceans, Futures e The King Blues), ‘Alarms in The Heart’ è composto da dieci tracce, tra le quali l’anticipazione ‘Gesthsemane’.

Proprio questo brano rappresenta sicuramente la più bella prova dell’intero album, i cui arrangiamenti sono stati realizzati con la collaborazione di Valgeir Sigurosson (Sigur Ros e Bjork), il quale si è dedicato in modo particolare alle chitarre, ma non solo. È, infatti, riuscito a dare un impulso di maturità alla musica che compone questo secondo lavoro, facendo decisamente compiere un passo in avanti ai Dry The River.

L’album si muove su quei ritmi new-folk cari alla band, ma non riesce ad arrivare a momenti di intensità che altri artisti che si collocano in questo stesso ambito riescono a raggiungere senza grande fatica.

Con tutti i limiti che può avere un’opera di una band ancora ‘giovane’, ‘Alarms in The Heart’ si delinea come fondamentale per il passaggio verso una più compiuta maturità della band.

L’album – dicono i Dry The River – somiglia a una mappa geografica dei nostri problemi, dei nostri trionfi e di tutto quello che ci è capitato. Descrive un arco, sia in termini di collezione di storie, sia nel senso che riflette un periodo di crescita e di grandi cambiamenti anche e soprattutto per noi”.

Un percorso di crescita, quindi, di cui queste canzoni rappresentano non solo il ‘diario’, ma anche il passaggio. Un viaggio che sembra voler durare a lungo e che, comunque, promette bene.

TRACKLIST

  1. Alarms In The Heart
  2. Hidden Hand
  3. Roman Candle
  4. Med School
  5. It Was Love That Laid Us Low
  6. Gethsemane
  7. Rollerskate
  8. Everlasting Light
  9. Vessel
  10. Hope Diamond

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *