Pubblicato il Lascia un commento

Chris Robinson Brotherhood – Phosphorescent Harvest

chrisrobinsonLa ‘Fratellanza’ di Chris Robinson lascia per un momento i palchi USA e arriva anche su disco con il suo terzo lavoro: ‘Phosphorescent Harvest’ che guarda con un po’ di nostalgia – come tutto il progetto – ai ‘miti’ di questa ‘fratellanza: da Neil Young, agli Allman Brothers, ai Grateful Dead. Insomma, l’età del ‘flower power’ torna a vivere nel suono della Chris Robinson Brotherhood.

Il California Freak vive il suo massimo splendore sui palchi americani, dove, quello che doveva essere un temporaneo passatempo di una rockstar forse annoiata dal successo ottenuto con i Black Crowes e che, invece, è diventato il primo lavoro di tutta la ‘Fratellanza’.
Cinque musicisti, di grande valore, che fanno rivivere le atmosfere ‘psichedeliche’ degli Anni Sessanta, con grande efficacia. Anzi, pare che con loro il tempo non sia passato e si sia cristallizzato a quei suoni e quei temi.

Quello proposto dalla ‘Fratellanza’ è un rock allo stato puro, prodotto da Thom Monahan, che abbiamo trovato alla produzione di artisti come Devandra Banhart o i Vetiver, un rock on the road, che arriva diretto, con i suoi ritmi psichedelici, ma puliti e freschi. Sempre sotto il segno di una psichedelia che rappresenta comunque il punto di riferimento di questa ‘Fratellanza’ che vuole riportare di attualità un tempo in cui l’Lsd era ‘l’ottava nota’ e, in alcuni concerti, veniva consegnata una pasticchina di acido all’ingresso, perché il ‘viaggio’ nella musica fosse realmente completo.

Un periodo vivo, vitale e, in qualche misura affascinante. E che, comunque, continua ad affascinare musicisti e fans che, come dimostra questo progetto, continuano ad apprezzare quelle sonorità forse un po’ vintage.

TRACKLIST

  1. Shore Power
  2. About a Stranger
  3. Meanwhile in the Gods
  4. Badlands Here We Come
  5. Clead Blue Skies & the Good Doctor
  6. Beggar’s Moon
  7. Wanderer’s Lament
  8. Tornado
  9. Jump the Turnstyle
  10. Burn Slow

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *