Pubblicato il Lascia un commento

TRICKY ~ ADRIAN THAWS

tricky coverAdrian Thaws è il decimo album di Tricky e il secondo che pubblica con la sua etichetta, la ‘False Idols’ – in Italia distribuita da Audioglobe – ma è soprattutto il primo disco che usa il vero nome dell’artista come titolo.

Una scelta non da poco, legata sicuramente al fatto che, con questo lavoro, Tricky si guarda indietro e recupera quanto di meglio ha prodotto nell’arco di vent’anni di carriera.

Del resto è lui stesso che ha definito ‘Adrian Thaws’ come il suo lavoro ‘più introspettivo’. In una carriera caratterizzata da alti e bassi, album più riusciti e altri meno, Tricky, quindi, torna al trip-hop, area a ui più familiare e nella quale ha piena consapevolezza di avere ben pochi rivali.

Ne esce un lavoro decisamente interessante, che guarda a un genere musicale, rileggendolo alla luce del presente.

Il limite? Che è un disco di Tricky, in tutto e per tutto.

La sua grandezza? Che è un disco di Tricky in tutto e per tutto.

In buona sostanza, chi ha amato il miglior Tricky, qua si trova di fronte a un lavoro decisamente valido.

Tredici tracce pulite, dal suono raffinato, ipnotico, impreziosito dalla voce di Francesca Belmonte. Pulito, ricco di suoni ricercati, è decisamente un lavoro pregevole, che supera alcuni momenti più deboli della sua carriera.

Certo, cercare un azzardo, un guizzo di inventiva, qualcosa di nuovo, no, quello non c’è.

C’è ‘solo’ Tricky.
E non è poco.

TRACKLIST

  1. Sun Down
  2. Lonnie Listen
  3. Something in the Way
  4. Keep me in your shake
  5. The Unloved (Skit)
  6. Nicotine Love
  7. Gangster Chronicle
  8. I had a dream
  9. My Palestine girl
  10. Why don’t you
  11. Silly games
  12. Right here
  13. Silver Tongue – When you go

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.