Pubblicato il Lascia un commento

Calexico – The Edge of the Sun

calexico_edge_of_the_sunAscoltare il disco dei Calexico, ‘Edge of the Sun’ è un po’ come montare in macchina e mettersi in viaggio per le assolate strade del deserto. Chilometri e chilometri nei quali l’unica compagnia è e resta quella colonna sonora di sottofondo.

E loro riescono perfettamente a riempire il deserto di emozioni e sensazioni con il quale ci si avventura in un viaggio in quell’America spesso meno celebrata, ma altrettanto importante.

La strada che si prende è quella che unisce la California al Messico e loro, i Calexico (il nome già suggerisce molto), proprio attraverso la musica, da sempre, vogliono unire queste due realtà americane.

In questo lavoro, i Calexico hanno concesso un po’ più al pop, a discapito delle lunghe parti strumentali, ma il risultato è un disco assolutamente godibile che rende perfettamente giustizia alle due anime del gruppo di Tucson formato da Joey Burns e John Convertino.

L’album è trainato dal singolo ‘Cumbia De Donde’, allegro, spagnoleggiante quanto basta e sicuramente molto adatto per fare da apripista a un lavoro che si vuole attestare come ‘lavoro di confine’.

Del resto, da sempre, la musica dei Calexico è musica di confine e, quindi, è giusto che sia così.

E le tracce scorrono via velocemente, come la strada che abbiamo imboccato per questo viaggio assolato e caldo, sembra veramente di respirare la polvere del deserto americano.

Era dall’album del 2012 ‘Algiers‘ che, sebbene sia stato giudicato il loro lavoro migliore, sembrava anche aver segnato la fine della loro ispirazione latino-americana, ma così, evidentemente, non era, dato che oggi siamo di fronte a un lavoro fortemente segnato da questi ritmi e questi suoni.

Anzi.

Ancora di più: sembra che i Calexico abbiano trovato una nuova linfa che ha fatto loro ritrovare la freschezza e il vigore degli esordi nell’esplorare un genere musicale che si adatta perfettamente alla loro natura, con uno sguardo particolare al songwriting che, forse, prima di questo disco era l’aspetto maggiormente trascurato dalla band di Tucson.

TRACKLIST

  1. Falling From The Sky
  2. Bullets & Rocks
  3. When The Angels Played
  4. Tapping On The Line
  5. Cumbia De Donde
  6. Miles From The Sea
  7. Coyoacán
  8. Beneath The City Of Dreams
  9. Woodshed Waltz
  10. Moon Never Rises
  11. World Undone
  12. Follow The River

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.