Pubblicato il Lascia un commento

Lucca Summer Festival – L’8 luglio arrivano gli Alabama Shakes e Paolo Nutini: ecco cosa cantò a Lucca nel 2010

Domani, 8 luglio, è il giorno di Paolo Nutini che sarà preceduto dagli Alabama Shakes.

Gli Alabama Shakes si sono formati ad Athens, in Alabama, nel 2009 e hanno all’attivo solo due dischi, ma sono già decisamente un gruppo ‘cult’ del panorama musicale mondiale. Sono gli Alabama Shakes, formati da Brittany Howard alla voce, dal chitarrista Heath Fogg, dal bassista Zac Cockrell e dal batterista Steve Johnson.

Fondatori sono stati Brittany e Zac, allora studenti di psicologia, che, all’Università, decisero di trovarsi e scrivere canzoni. Solo dopo l’arrivo degli altri membri, hanno realizzato il primo ep ‘Alabama Shakes’: 4 canzoni che li hanno fatti scoprire e che è stato pubblicato nel 2011: questo succedeva a settembre e a novembre firmarono per l’etichetta discografica Rough Trade Records.

Nel 2012 arriva il primo album, ‘Boys and Girls’ che frutta loro, tra l’altro, la nomina per ‘Hold On’ a miglior singolo dell’anno secondo la rivista Rolling Stone, mentre nel 2013 sono stati candidati al Grammy Award nelle categorie ‘Miglior artista esordiente’ e ‘Best rock performance’.

Nel 2015 sono usciti con ‘Sounds and Colors’, che si è attestato come una delle uscite più interessanti di questo inizio anno.

La seconda parte della serata è affidata, invece, a Paolo Nutini: per il cantautore di origine barghigiana si tratta di un ritorno: Era il 20 luglio 2010 quando salì per la prima volta sul palco del Summer e, per ricordare quel concerto che travolse una piazza gremita di pubblico, abbiamo cercato la scaletta. In attesa quindi di sentire il ‘nuovo’ Paolo Nutini, ecco cosa cantò cinque anni fa.

SET LIST

  1. 10/10
  2. Alloway Grove
  3. High Hopes
  4. These Streets
  5. Bear Me in Mind
  6. Growing Up Beside You
  7. Candy
  8. Chamber Music
  9. Worried Man
  10. Riding for a Fall
  11. Coming Up Easy
  12. Funky Cigarette
  13. Pencil Full of Lead
  14. Sleepwalking
  15. New Shoes
  16. No Other Way
  17. Jenny Don’t Be Hasty

ENCORE

  1. Tricks of the Trade
  2. Time to Pretend (MGMT cover)
  3. Last Request
  4. Caruso (Lucio Dalla cover)
  5. nutini setlist

Paolo Nutini – scheda
Nato il 9 gennaio 1987 a Paisley in Scozia da padre di discendenze toscane (originario di Barga in provincia di Lucca) e da madre britannica. I genitori gestiscono un negozio di fish and chips. Deve il suo amore per la musica a suo padre che, fin dalla sua più giovane età, lo spinge su questa strada. Nutini partecipa alla corale della sua scuola ed è in queste occasioni che il suo insegnante lo nota e gli dà consigli per migliorare la sua tecnica vocale.
Nel 2003 il suo concittadino David Sneddon vince la prima serie di Fame Academy della BBC (la versione britannica di Amici). A Paisley viene organizzato uno spettacolo per festeggiare il suo rientro in città dagli studi della BBC. Ma Sneddon, in viaggio da Londra, si presenta in forte ritardo ai festeggiamenti. Per placare il pubblico spazientito dal ritardo di Sneddon, un dj di una radio locale organizza un quiz, che vede come premio la possibilità di esibirsi sul palco. Nutini vince e si esibisce, facendosi notare da Ken Nelson, un produttore che gli offre una collaborazione dando il via alla sua carriera. A 17 anni si trasferisce a Londra dove inizia a esibirsi nei locali della città.
La svolta arriva con Internet: un paio di suoi brani presenti in rete risultano tra i più scaricati grazie al passaparola. Nutini si ritrova ad aprire concerti per artisti tra cui KT Tunstall e Amy Winehouse.
La major discografica Atlantic Records non si lascia sfuggire l’occasione e lo mette subito sotto contratto facendogli incidere il suo primo album These Streets a Liverpool con Ken Nelson, produttore dei Coldplay.
Nel luglio del 2007, partecipa al Live Earth a Londra allo stadio Wembley, insieme ad altri artisti internazionali.
Il 24 luglio 2007 viene premiato dalla città di Barga con la medaglia d’oro di San Cristoforo, la maggiore onorificenza che la città potesse tributargli.
Dopo alcuni mesi l’album ha superato il milione di copie vendute, da These Streets sono stati estratti successivamente altri quattro singoli Last Request, Jenny Don’t Be Hasty, Rewind e New Shoes. Quest’ultimo è stato il primo singolo rivolto al mercato americano per il quale presto pubblicherà l’intero album.
Il 29 maggio 2009 è uscito il suo secondo album Sunny Side Up, preceduto dal singolo Candy, uscito il 18 maggio. La canzone scritta da Paolo è prodotta dai Kings of Leon. L’album ha esordito al primo posto nella classifica del Regno Unito. Sempre nel 2009 viene premiato ai Wind Music Awards 2009.
Dopo Candy dall’album vengono estratti altri tre singoli: Coming Up Easy, Pencil full of lead e 10/10. L’album è stato uno dei più venduti del 2009 nel Regno Unito, e ha ricevuto una discreta accoglienza dalla critica britannica.
Il 28 gennaio 2014 esce il singolo Scream (Funk My Life Up), che anticipa il nuovo album Caustic Love in uscita ad aprile.
Il 14 aprile viene pubblicato il suo terzo disco Caustic Love. Ha dichiarato in un’intervista di aver voluto prendersi molto tempo per se stesso dopo il tour mondiale, dicendo: «Ero davvero stanco e stressato dopo la lunga tournée del secondo album. Non sopportavo nemmeno più la mia voce, l’ambiente che mi circondava. Ne ho approfittato per studiare, leggere, viaggiare, imparare a fare cose nuove: suonare la chitarra, cucinare, lavoretti di riparazione domestici, cose da carpentiere… e spegnere il telefonino».

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.