Pubblicato il Lascia un commento

Dall’11 novembre arriva il nuovo album dei Wolf People, ‘Ruins’, prova maiuscola della loro carriera [video inside]

«Ruins non è esattamente un concept album – stando alle parole del chitarrista Jack Sharp e il titolo si riferisce alle rovine della cività moderna, di come sarebbe il mondo senza esseri umani». I testi di ‘Ruins‘ parlano della caduta della società che così come la conosciamo e della natura che chiede indietro la sua terra. Questo è il miglior album dei Wolf People, la prova maiuscola della loro carriera che farà salire le quotazioni della band inglese.

wolf‘Ruins’ è il terzo full lenght firmato dalla band per Jagjaguwar e il degno seguito dell’acclamato ‘Fain‘ del 2013.

Il sound dei nuovi Wolf People si ispira alla grande stagione del rock inglese che vide nascere e crescere Black Sabbath e Deep Purple, a quel modo di suonare hard rock acido e progressive allucinato che ha reso grandi i dischi e il momento storico di passaggio della musica inglese tra gli Anni ’60 e ’70.

Deep Purple, Jetrho Tull, Black Sabbath e Uriah Heep sono tutti presenti nel cuore dei Wolf People, senza però dimenticare la lezione acid folk di Donovan e Michael Chapman. Ruins è stato registrato tra il Devon, l’Isola di Wight e Londra, ed è l’album più diretto e potente registrato dai Wolf People.

TRACKLIST

  1. Ninth Night
  2. Rhine Sagas
  3. Night Witch
  4. Kingfisher
  5. Thistles
  6. Crumbling Dais
  7. Kingfisher Reprise
  8. Not Me Sir
  9. Belong
  10. Salts Mill
  11. Kingfisher Reprise II
  12. Glass

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.