Pubblicato il Lascia un commento

In una gara molto dura, Andrea Biagioni canta i Nine Inch Nails e prosegue con sicurezza la sua strada

La strada si fa sempre più stretta, ma Andrea Biagioni continua a camminare con sicurezza sulla via dell’X Factor. La scorsa settimana di eliminati ce ne sarebbe stato uno solo, a differenza della puntata precedente che aveva visto la temutissima doppia eliminazione. Il rischio però, puntata dopo puntata, si fa sempre più alto: il livello dei concorrenti restati in gara è molto alto e, quindi, uno scivolone non sarebbe perdonabile.

Dopo una prima, rapida, manche nella quale Andrea Biagioni è rientrato nella terzina dei concorrenti meno votati, ha comunque superato con classe la seconda parte della puntata, mettendosi in salvo grazie a una perfettamente eseguita ‘Hurt’ dei Nine Inch Nails.

Ci sarebbe da fare una considerazione sull’opportunità o meno di dichiarare chi è che ha preso meno voti in una parte della gara: dal momento che non influisce minimamente come dato su un voto finale che è dato solo dalla somma dei voti ricevuti nella prima e nella seconda manche, il senso di un’informazione di questo genere, alla fine, proprio non si comprende.

Certo, crea tensione. Ma al di là di questo, non se ne vede una vera motivazione. Sicuramente la tensione che crea negli artisti non è positiva: se da una parte ci può essere chi reagisce tirando fuori il meglio di sé, ci può anche essere chi si deprime e rende molto meno di quello che potenzialmente potrebbe fare su quel palco.

Ma tant’è. Sono considerazioni meramente filosofiche, che vanno a ragionare su scelte prettamente televisive.

La gara ha visto andare al ballottaggio Eva e Caterina.

Che a fine serata sarebbe uscita una delle cantanti della squadra di Fedez era talmente ovvio da non essere nemmeno messo in discussione. Fedez, infatti, è arrivato al quinto live con la squadra intatta, mentre i suoi colleghi i pezzi per la strada li hanno già persi. Ovviamente questo va assolutamente a onore del rapper che ha saputo fare le scelte giuste per le sue cantanti – anche a dispetto della loro giovane età che spesso potrebbe rappresentare (ma non sembra sia questo il caso) un limite – ma anche del fatto che si sono trovate sempre a confrontarsi con artisti di calibro senza dubbio minore.

Che Caterina fosse la più debole del terzetto è anche questa una certezza. Ma se si dovesse veramente valutare l’esibizione di giovedì scorso, in realtà non sarebbe stata così malvagia da giustificare un’uscita. In realtà è stata una delle sue esibizioni migliori.
Non così Rochelle che, se vocalmente ha fatto una bella performance, a livello scenico è mancata totalmente. E, a questo punto della gara, conta anche questo.

Il fatto, poi, che ci sia finita Eva al ballottaggio è comprensibile solo se si ritiene che ad uscire dovesse assolutamente essere una concorrente di Fedez: se, ad esempio, il ballottaggio fosse stato Loomi e Caterina, quest’ultima si sarebbe salvata senza colpo ferire.

Già, perché Loomi, nonostante sia bravino nel suo genere, ha presentato un’esibizione veramente orribile, della quale si è presa tutta la responsabilità la sua giudice, Arisa, ma che, alla fine non avrebbe che pensalizzato il giovane concorrente della sua squadra.

Arisa. Questo è un altro tasto dolente dell’edizione 2016 di X Factor. Un giudice così inadeguato è francamente difficile da pensare che possa esistere. E per sopperire la sua inadeguatezza cosa fa??? Aggredisce gli altri. Concorrenti, giudici, non importa. Ha un atteggiamento strabordante e maleducato fino al parossismo. E’ difficile sopportarla per più di dieci minuti.
Nella prima puntata venne detto che aveva bevuto troppo champagne e che il suo modo di fare ‘non consono’ fosse legato a questo. C’è da domandarsi adesso cosa beva. Vodka?
Resta il fatto che si è trovata a confrontarsi con dei colleghi che sono fin troppo educati e che non vanno mai oltre qualche borbottio. Peccato. Arisa, puntata dopo puntata, riesce a fare delle figure così brutte che davvero non si comprende perché stia a ricoprire quel ruolo.

Tornando alla gara, molto bene i Sound System che hanno dimostrato una volta di più di essere veramente centrati e di portare sul palco di X Factor un loro personale lettura delle canzoni di alta qualità.

Per Caterina la gara è finita lo scorso giovedì e, bisogna dire, che sebbene vocalmente e forse anche tecnicamente più debole rispetto a molti altri, è stata una concorrente di carattere, che ha saputo far fronte alle critiche senza aggressività, senza piagnistei (come invece faceva Fem), ma accettandole con quell’umiltà che deve – o meglio dovrebbe – avere chi ha la sua età. Se la gara l’ha portata al quinto live, sicuramente la vita la porterà molto più lontano proprio per il suo carattere e il suo atteggiamento.

Come dicevamo la gara adesso è veramente dura: Andrea Biagioni dovrà dimostrare nel sesto live di meritarsi la semifinale. Una sfida non impossibile per il musicista lucchese che, in queste settimane, ci ha dimostrato di poter arrivare lontano, soprattutto grazie alla guida sicura di Manuel Agnelli che riesce a valorizzarlo al meglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *