Pubblicato il Lascia un commento

Dirty Projectors – Dirty Projectors

Porta lo stesso nome della band, Dirty Projectors, il settimo album di studio della band americana, esponente della scena rock sperimentale ed è pubblicato dalla Domino Records.
Di fatto, però, come ben sanno chi segue il leader della band, David Longstreth, si tratta del suo primo lavoro da solista, poiché i Dirty Projectors sono in qualche modo ‘estinti’.
La ricerca maniacale nel mondo della musica di Longstreth lo ha avvicinato sempre più al mainstream, come dimostrano certe collaborazioni con Kanye West o Rihanna, ma questo suo avvicinamento non è sempre stato facile o ha avuto risultati felici.
Rispetto ai lavori passati dei Dirty Projectors, infatti, questo album risulta più confuso, meno a fuoco. Del resto, è un ‘album della separazione’, poiché narra della separazione – appunto – dalla compagna Amber Coffman e di questo risente pesantemente.
Resta comunque un ottimo tentativo di esplorare il R&B e il Soul. A tratti riuscito. A tratti un po’ meno. Ma comunque valido.

TRACKLIST

  1. Keep Your Name
  2. Death Spiral
  3. Up in Hudson
  4. Work Together
  5. Little Bubble
  6. Winner Take Nothing
  7. Ascent Through Clouds
  8. Cool Your Heart
  9. I See You

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.