Pubblicato il Lascia un commento

The Mute Gods – Tardigrades Will Inherit The Earth

Non è ancora passato un anno dal lavoro di debutto dei The Mute Gods e arriva il secondo disco, che conferma come questa formazione voglia attestarsi sempre più come realtà consolidata del prog contemporaneo. Il nuovo album, ‘Tardigrades Will Inherit The Earth’ rappresenta il ‘gemello oscuro’ di ‘Do Nothing till You Hear from Me’, del marzo 2016, che è valso alla formazione numerosi riconoscimenti in ambito progressive, tra cui il prestigioso ‘Progressive Music Award 2016’ e un discreto successo anche di pubblico oltre che di critica.
I The Mute Gods sono Nick Beggs, Roger King e Marco Minneman, tre musicisti che hanno sempre lavorato a fianco di grandi artisti – da Steven Wilson, a Steve Hackett a Joe Satriani, tanto per citarne alcuni – e, con questo progetto, hanno voluto portare l’accento su quella che è la loro comune visione in temi cruciali quali la religione, la politica, i media e l’ambiente.
Questo secondo lavoro dei The Mute Gods risulta, sia musicalmente sia per argomenti, sicuramente più scuro e in qualche misura maggiormente provocatorio rispetto all’album di debutto. Parte da dove era finito ‘Do Nothing Till You Hear From Me’, affrontando il tema – senz’altro non facile – dei meccanismi di controllo della società e guarda agli inevitabili risultati che avremo se dovessimo continuare sulla strada dogmatica e oscura che si è intrapresa.
Musicalmente, l’album è forse più orientato verso il metal rispetto al primo lavoro del trio, ma non dimentica comunque la sua matrice prog, indulgendo a momenti più melodici.
Parlando del disco, Beggs ha dichiarato: «Sono consapevole di non essere la sola persona che ha questo modo di sentire. Altre persone avvertono lo stato del mondo e quali saranno i risultati se continueremo a prendere una decisione sbagliata dopo l’altra. Questo album chiede alle persone di buttare via le loro visioni a tinte rosee e considerare la realtà per quella che è, affrontandola finalmente. A questo punto della mia carriera, sento che è importante usare la musica come veicolo per la verità e non solo per dare un momento di spensieratezza alla gente».

TRACKLIST

  1. Saltatio Mortis
  2. Animal Army
  3. We Can’t Carry On
  4. The Dumbing of the Stupid
  5. Early Warning
  6. Tardigrades Will Inherit the Earth
  7. Window Onto the Sun
  8. Lament
  9. The Singing Fish of Batticaloa
  10. Hallelujah
  11. The Andromeda Strain
  12. Stranger than Fiction

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.