Pubblicato il Lascia un commento

Friday I’m In Love – Le leggenda di Prince raccontata nel giorno della sua morte

Tornano con un appuntamento veramente speciale, gli incontri del primo ciclo del 2017 di Friday I’m in Love. Il giornalista Michele Boroni, infatti, il 21 aprile – primo anniversario della morte di Prince – traccerà un ritratto del Folletto di Minneapolis, relativo al suo momento d’oro, quello che va dal 1982 al 1989, lasso di tempo in cui tutto quello che toccava, si tramutava magicamente in oro.

Prince – il cui vero nome era Roger Nelson – era nato a Minneapolis il 7 giugno del 1958 ed è difficilmente incasellabile. Polistrumentista, compositore, produttore, cantautore, ma anche ballerino, discografico, arrangiatore e perfino attore, regista e sceneggiatore: è difficile dare un’etichetta a un genio come quello di Prince che ha sperimentato veramente ogni forma di arte.
Ha sempre composto, cantato e suonato i suoi lavori, ha prodotto numerosi artisti, ma è stato anche uno dei pionieri della vendita on line, tanto che alcuni suoi prodotti sono acquistabili solo dal suo sito.
Insomma, un artista a 360 gradi, che non ha mancato di sperimentare ogni forma artistica, riuscendo egregiamente in tutte, tanto che nel 2004, la rivista Rolling Stone, lo ha inserito al ventisettesimo posto della liste dei 100 migliori artisti di ogni tempo.
Prince è morto il 21 aprile dello scorso anno.

L’incontro del 21 aprile, come sempre, avrà inizio alle ore 21:30 ed è a ingresso gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.