Pubblicato il Lascia un commento

L’«evoluzione» degli Imagine Dragons che con ‘Evolve’ diventano sempre più maturi

‘Evolve’ è il terzo album in studio della rock band americana Imagine Dragons, pubblicato da KidinaKorner e Interscope Records e presenta tutto materiale completamente nuovo che, idealmente, fa seguito al loro secondo album ‘Smoke + Mirror’.

Dopo la pubblicazione di ‘Smoke + Mirror’ e dopo il tour mondiale che seguì l’uscita del disco, la band si è imposta una pausa per tutto il 2016 e hanno affidato l’anticipazione di questo nuovo lavoro solo a dei criptici messaggi lanciati sui social media della band. Solo a maggio, il nuovo lavoro è stato ufficialmente annunciato.
Rispetto a ‘Night Vision’, l’album che li ha fatti conoscere a tutto il mondo, e a ‘Smoke + Mirrors’, come ha spiegato il frontman degli Imagine Dragons, Dan Reynolds, questo album rappresenta una sorta di evoluzione – da cui anche il titolo – per la stessa band.

Anticipato da due singoli – ‘Believer’ (video della settimana dello Sky Stone) e ‘Thunder’ – l’album sarà al centro di un lungo tour, che porterà gli Imagine Dragons anche al Lucca Summer Festival il 4 luglio prossimo.

Nel febbraio 2016, dopo il successo riscosso da ‘Smoke + Mirrors’ e un tour lungo 10 mesi, i membri degli Imagine Dragons hanno deciso, come dicevamo, di prendersi un periodo lontano dalla scena, ma anche lontani gli uni dagli altri.
In un’intervista a Billboard, il cantante e frontman Dan Reynolds ha dichiarato infatti che il gruppo aveva bisogno di una pausa per riappropriarsi delle proprie vite: «In sei anni non ci siamo mai fermati – ha detto – così ci siamo forzati di regalarci almeno un anno di pausa».
Una pausa ‘rumorosa’, poiché durante l’anno sabbatico, hanno partecipato a varie soundtrack come ‘Me Before You’, ‘Suicide Squad’ o ‘Passengers’, nonché hanno suonato in vari show.

I primi test del nuovo materiale risalgono al settembre dello scorso anno e sono proseguiti con dei criptici messaggi ai fans che facevano presagire un’uscita imminente, ma non davano certezze, fino a quando, a gennaio, hanno twittato ‘Goodnight +’, dando così la certezza che si era chiuso un ciclo per la band.

E, in effetti, una sorta di evoluzione la si avverte subito approcciandosi al nuovo lavoro degli Imagine Dragons: siamo di fronte a un lavoro musicale che punta più sui singoli suoni che non su quel wall of sound che aveva caratterizzato i loro primi lavori. Si tratta sicuramente di un disco meno ‘sperimentale’, ma anche più godibile e, comunque, non concede molto al ‘pop’, ma cerca di lavorare per sottrazione, pur dando vita a un disco sicuramente difficile.

Va anche detto che la musica degli Imagine Dragons, difficile non lo è mai stata, ma qua siamo di fronte a una ricerca un po’ più approfondita nei confronti dei singoli suoni rispetto all’insieme. Curato, perfetto dal punto di vista della produzione, scorre via piacevole e fa compagnia come della buona musica riesce a fare.

Un nuovo corso, quindi, per la band di Dan Reynolds, ma che sembra destinato a esplorare ancora il mondo delle sonorità, pur senza fare mai il passo più lungo della gamba.

TRACKLIST

  1. Don’t Know Why
  2. Whatever It Takes
  3. Believer
  4. Walking the Wire
  5. Rise Up
  6. I’ll Make It Up to You
  7. Yesterday
  8. Mouth of the River
  9. Thunder
  10. Start Over
  11. Dancing in the Dark

Hits: 1

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *