Pubblicato il Lascia un commento

La magia delle note di Morricone sotto la luna di piazza Napoleone al Summer Festival

Non serve certo dirlo: Ennio Morricone è un mito e, come tale, un suo concerto non può che essere uno spettacolo indimenticabile.

Assistere a un concerto come quello del Lucca Summer Festival durante il quale un ottantanovenne Morricone si fa accompagnare sul podio, si siede e dirige le sue musiche è un po’ come vedere Mozart che dirige una sua composizione. La sensazione è quella di assistere a un pezzo di storia della musica che vive di fronte ai nostri occhi. E decisamente già questo potrebbe bastare.

Se poi ci mettiamo anche che le musiche sono sempre bellissime, sicuramente non si può chiedere molto di più alla ventesima edizione della kermesse musicale, organizzata dalla D’Alessandro e Galli.

Sul palco, diretta da Morricone, l’Orchestra Sinfonietta di Roma ha dato veramente il meglio di sé, facendo vibrare le note magiche del grande compositore, accompagnato anche da un coro di 75 elementi e dalle voci splendide di una soprano e di Dulce Pontes.

Preciso come un orologio, il concerto ha fatto trascorrere alcune delle più belle ore del Summer di quest’anno, sulle note famosissime del Maestro. Che, però, in questo concerto non ha dato molto spazio alle colonne sonore più celebri, quelle legate ai western di Sergio Leone, ma, semmai ha concesso di più al ‘cinema sociale’, quello, per intenderci, dei film come ‘Sacco e Vanzetti’, ‘La battaglia di Algeri’, ‘Indagine su un cittadino al di sopra di ogni sospetto’, ‘Sostiene Pereira’ o ‘La classe operaia va in paradiso’.
Ovviamente, comunque, non sono mancati alcuni grandi ‘cavalli di battaglia, quali ‘Il buono, il brutto e il cattivo’ o il pluripremiato ‘The Hateful Eight’.

Un lungo cammino attraverso la storia della musica, ma anche del cinema che ha ‘raccontato’ l’epopea di questo grande compositore, di fronte a una piazza Napoleone al gran completo. Il Maestro, nonostante la veneranda età, è riuscito a dare un impulso emotivo fortissimo alle esecuzioni, sottolineato dalle varie standing ovation che hanno accompagnato il concerto.

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.