Pubblicato il Lascia un commento

Lydia Lunch e Cypress Grove – Under The Covers

Lydia Lunch è sia una collaboratrice fantastica di grandi artisti come Nick Cave o i Sonic Youth, ma, al tempo stesso, è anche una grande interprete di lavori di altri artisti.
Potrebbe quindi sorprendere che ‘Under The Covers’ sia il suo primo album composto solo da covers, canzoni, cioè, di altri artisti che lei interpreta magistralmente.
Come ci si potrebbe oggettivamente aspettare da questa artista, la scelta delle canzoni va da cose decisamente conosciute ad altre che, invece, sono praticamente ignote al grande pubblico.
Si passa da Jon Bon Jovi al menestrello di Nashville Aaron Lee Tasjan, passando per i Doors.
C’è anche una rielaborazione molto personale del classico gotico del sud di Bobbie Gentry ‘Ode to Billie Joe’, una fiaba oscura di amore, morte, aborto e suicidio.
In un continuo movimento obliquo, la Lunch ha anche deciso di coverizzare anche una delle sue canzoni: ‘Won’t Leave You Alone’, che ha scritto con James Johnston (Gallon Drunk / PJ Harvey / Bad Seeds) e che qua cambia veste: dal blues rock, a un oscuro lamento folk.
‘Under The Covers’ segna anche la terza collaborazione con il chitarrista inglese Cypress Grove, che ha fortemente contribuito a creare il successo dei suoi album precedenti. Anche per Grove la lista delle collaborazioni è molto lunga: ha, infatti, lavorato con Mark Lanegan, Jeffrey Lee Pierce e Nick Cave, giusto per citarne alcuni.

TRACKLIST

  1. Ode to Billie Joe (Bobbie Gentry)
  2. Breakdown (Tom Petty)
  3. A Thousand Miles Of Bad Road (Aaron Lee Tasjan)
  4. Blaze Of Glory (John Bon Jovi)
  5. Red, White And Pink Slip Blues (Mark Stephen Jones/Bud Tower)
  6. Midnight Rider (Gregg Allman/Robert Payne)
  7. The Spy (Jim Morrison)
  8. I Want You (Elvis Costello)
  9. Won’t Leave You Alone (Lydia Lunch/James Johnston)
  10. Do It Again (Walter Becker/Donald Fagen)
  11. Low (David Lowery/Johnny Hickman/David Faragher)

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.