Pubblicato il Lascia un commento

L’heavy alchemico degli Ufomammut trova la sua esaltazione in ‘8’

Si chiama ‘8’ ed è il nuovo disco della band italiana Ufomammut, prodotta e pubblicata da Neurot Recordings in uscita il prossimo 22 settembre.

Il numero 8, simbolicamente e sonicamente, non è solo perfidamente senza limite nella sua durezza, potenza e natura di comando, ma riesce a fermare la mente dell’ascoltatore, creando un’esperienza sensoriale senza confini e impenetrabile.

Carico di sfumature simboliche, ‘8’ ovviamente rappresenta l’ottava ‘offerta’ degli Ufommamut alla musica, con delle canzoni che fanno immergere nel loro suono, con canzoni che confluiscono una nell’altra, divenendo di fatto un tutt’uno. Un flusso continuo di un movimento riflesso dell’ininterrotta natura dell’album, ma anche il continuo essere insieme degli elementi essenziali della band – Urlo, Poia e Vita – fin dall’inizio della storia di questo gruppo.

‘8’ – scritto in numero perché così ognuno lo può leggere nella sua lingua madre – è un flusso continuo di musica, un’entità singolare che può essere definita in micro misure attraverso le sue otto canzoni satellite.
Ogni traccia si espande attraverso la canzone precedente, in un estremamente denso, malevole e formidabile viaggio, senza il permesso degli Ufomammut di respirare nei 48 minuti di durata dell’album.

‘8’ è stato registrato al Vimodrone di Milano e rappresenta il punto più alto della musica heavy alchemica degli Ufomammut.

TRACKLIST

  1. Babel
  2. Warsheep
  3. Zodiac
  4. Fatum
  5. Prismaze
  6. Core
  7. Womdemonium
  8. Psyrcle
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.