Pubblicato il Lascia un commento

Terzo full-lenght per i All Pigs Must Die: un cambio di strada rispetto al passato e una proposta musicale di alto livello

Terzo lavoro per gli All Pigs Must Die, band che rappresenta un’ottima fusione di crust-punk, hard core e metal e che in ‘Hostage Animal’ si presenta più feroce che mai.

La band torna – il disco esce il 27 ottobre, pubblicato da Southern Lord – ed espande la sua line-up, grazie all’arrivo di Brian Izzi dei Trap Them.

Confinati da una visione sonica che condividono, gli All Pig Must Die vedono all’opera alcuni musicisti di lungo corso, come Kevin Baker (The Hope Cospiracy), Ben Koller (Converge), Matt Woods e Adam Wentworth (ambedue dei Bloodhorse). La formazione si caratterizza per la sua musica aggressiva che polverizza l’ascoltatore.

‘Hostage Animal’ è il loro primo album dal 2011, quando uscirono con ‘God Is War’, che esplorava le sfaccettature dei conflitti umani e porta a conoscenza del mondo un nuovo livello di rabbia. Nel 2013, gli All Pigs Must Die escono con ‘Nothing Violates This Nature’ e arrivano vicini al loro culmine musicale.
Il 2017 vede la pubblicazione del terzo album che, come i precedenti, è stato registrato al GodCity Studio di Kurt Ballou. Ma questo è il solo punto in comune con gli altri album: ‘Hostage Animal’, infatti, è il lavoro più conciso e dinamico della band e trae la sua ispirazione dalle cose più diverse: dai vecchi Ulver, dai primi Sepoltura, ma anche dagli Slayer, dai Trouble, dai Morbid Angel, dai Jesus Lizard, ma anche da Darwin, da Nietzsche,d a Heidegger, dal pessimismo, dalla paura, dalla paura, dalla paranoia. Questo è un disco che è come un colpo di frusta per il corpo e per l’anima.

Si fa ascoltare e riascoltare. Si riesce ad apprezzare appieno dopo alcuni ascolti, ma già dal primo se ne apprezza l’uniformità e la qualità della proposta musicale, che aggredisce, ma non sotterra. Non ci sono ‘muri di suono’ che seppelliscono, ma suoni duri e ben formati che danno la misura della capacità di questi musicisti.

TRACKLIST

  1. Hostage Animals
  2. A caustic Vision
  3. Meditation of Violence
  4. Slave Morality
  5. End Without End
  6. Blood Wet Teeth
  7. Moral Purge
  8. Cruelty Incarnate
  9. The Whip
  10. Heaten Reign
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.