Pubblicato il Lascia un commento

Quando il Sud America incontra la Francia nascono i Pixvae

C’è musica sudamericana e musica sudamericana: se i ritmi latini proposti e riproposti all’infinito effettivamente sono un po’ noiosi, a volte si trovano delle contaminazioni interessanti, come quella che viene fuori dal progetto Pixvae che unisce la Colombia alla Francia.

La loro musica si chiama ‘latincore’, ma in realtà questa è solo un’etichetta come tante e, in quanto tale, ha davvero poco senso. La loro musica è fortemente influenzata dai ritmi latini ed è cantata in spagnolo, il resto però si allontana anni luce dai ritmi latini che siamo abituati a richiamare alla mente quando parliamo di questo genere di musica.

Mischiando sapientemente batteria e chitarra tipicamente europei, portano sul palco una musica travolgente e che sa far ballare l’audience.

La loro è una dimensione prevalentemente ‘live’ e si capisce da come si muovono sul palco, ma magari proprio facendosi conoscere in quella che sicuramente è la loro veste migliore, potranno crearsi una fanbase che li seguirà anche al di là della dimensione dal vivo.

Ma chi sono i Pixvae? Sono una scommessa che da una parte mette in campo la precisione matematica-rock della parte ‘europea’, il trio Kourma, che proviene da Lione e, dall’altra, mette in gioco la creatività sudamericana del trio Bamabazù, di origine colombiana.

Insieme danno vita a una musica che mischia le due culture, così diverse da stare perfettamente bene insieme: la parte deliziosamente fredda e schematica, con quella colorata e calda. Ne nasce un insieme che dà vita a questo nuovo genere, il ‘latincore’ che sta conquistando sempre più pubblico, tappa dopo tappa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *