Pubblicato il Lascia un commento

L’oscuro panorama irlandese di Rufus Coates & Jess Smith incanta Pietrasanta

Rufus Coates & Jess Smith

Per molti il loro nome non dirà niente, ma Rufus Coates e Jess Smith sono un duo irlandese con all’attivo – con formazioni diverse – già diversi album, che si è esibito Martedì Grasso al Monk di Pietrasanta.

Il fatto che il duo sia poco conosciuto in Italia ha fatto sì che si esibissero di fronte a poche persone, un manipolo di appassionati che hanno dato al concerto un clima di ‘esclusività’ e ‘segretezza’ che ha reso ancora più affascinante la musica dei due irlandesi.

Del resto, proprio Rufus e Jess avevano detto che questo era il loro ‘concerto segreto’ di Pietrasanta, alimentando un alone di mistero attorno all’evento. Mistero che di fatto non c’era, ma che si intonava perfettamente alla musica proposta dal duo irlandese.

Rufus Coates & Jess Smith

Un po’ Nick Cave, un po’ Tom Waits, con una spruzzatina di Leonard Cohen, Rufus Coates e la sua chitarra raccontano l’Irlanda e non solo: introducendo le canzoni, spesso, ricorre la parola ‘sadness’ più intesa come ‘oscurità’ che come tristezza vera e propria e che più di uno stato d’animo, diviene un luogo in cui vivere. Una lente che fa vedere la realtà, qualsiasi realtà, perfino quella di un giorno trascorso in un centro commerciale. Ma forse, Rufus Coates ha colto pienamente il senso di questi luoghi, fatti più per ‘non pensare’, che per essere felici veramente.

Straordinaria è sicuramente Jess Smith con la sua voce, a tratti eterea, a tratti profonda come provenisse direttamente dall’inferno. Lei, piccola, esile, scalza e con una voce così potente da travolgere il pubblico, riesce a dare ancora più spessore ai brani di Rufus Coates e, quando fa un pezzo da sola, accompagnandosi con piede e mani e basta, tiene in pugno il pubblico che la segue in questa cavalcata folk, accompagnandola in questo viaggio nei ritmi della verde Irlanda. Una serata decisamente speciale, quella del Martedì Grasso al Monk di Pietrasanta, che ha fatto comprendere nel modo più chiaro possibile che non sempre ‘fama’ è sinonimo di ‘qualità’ e che ‘qualità’ non sempre significa ‘fama’. O, almeno, non ancora.

Rufus Coates & Jess Smith

A settembre uscirà il nuovo album di questo duo straordinario che fino al 15 marzo farà qualche altro concerto in Italia e che vi consigliamo di non perdere se vengono dalle vostre parti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.