Pubblicato il Lascia un commento

‘Sospesi’ è il fermo immagine di un oggetto lanciato in aria all’apice della traiettoria e l’album di Nularse

E’ uscito per Fresh YO! “Sospesi” il nuovo album di Nularse: ossia il fermo immagine di un oggetto lanciato in aria all’apice della traiettoria. Un limbo in cui la nostalgia gioca con il futuro, in uno stato d’animo che ricorda quei dolci attimi passati sotto alle coperte prima del risveglio. La necessità di fare un disco che parlasse di attese ha cominciato a prendere forma durante un lungo periodo passato all’estero, nel quale Nularse si sentiva sospeso tra fascino e timori di un luogo a cui sapeva di non appartenere. La lontananza da casa ha fatto crescere l’esigenza di raccontare quelle sensazioni in italiano, discostandosi dai lavori precedenti, per dare un contorno più chiaro a pensieri ed emozioni. Ascoltava AIR, Apparat, James Blake, Andy Shauf ma, al giungere della nostalgia, in cuffia giravano Giorgio Poi, Dalla, Bertè, I Cani, Tiromancino. Desiderava creare un proprio sound, unire la forza dell’elettronica e l’umanità degli strumenti acustici al cantautorato italiano, per far emergere la propria essenza artistica. Così ha preso forma “Sospesi”: un racconto di forze contrastanti, di ciò che si è stati e di ciò che si diverrà, una tela fatta di luci e ombre che parla di una tregua dal mondo. Il disco vede anche la collaborazione di uno dei più importanti musicisti italiani, Saturnino Celani, storico bassista di Jovanotti, che col suo tocco inconfondibile ha voluto partecipare al brano “È tutto qui”.
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.