Pubblicato il Lascia un commento

Lucca Summer Festival: i Take That sabato aprono il cartellone 2019

Come si festeggiano i trent’anni di ‘vita’ se siamo una delle boyband che ha fatto la storia della musica Anni Novanta? Con un disco e, soprattutto, con un tour che li porta a contatto con quel pubblico – oramai cresciuto anch’esso – che ne continua a decretare il successo. Saranno loro, i Take That ad aprire il cartellone 2019 del Lucca Summer Festival, organizzato dalla D’Alessandro e Galli, che prende il via sabato 28 giugno.

Gary Barlow, Howard Donald e Mark Owen continuano la storia di  una delle band di maggior successo della storia. Formatisi nel 1989 con 5 elementi, hanno raggiunto subito il successo con i loro primi due album che hanno raggiunto rispettivamente il N.2 e il N.1 in classifica. Il terzo album “Nobody Else” ha confermato il loro successo globale con 6 milioni di dischi venduti e N.1 in classifica raggiunto in 11 paesi. L’uscita dal gruppo di Robbie Williams ha determinato lo scioglimento nel 1996 che si è poi riunito nel 2005 con 4 elementi per il The Ultimate Tour. Questo ha rappresentato una delle più grandi reunion di sempre con 3 album che hanno raggiunto il N.1 nel giro di 4 anni. Il ritorno di Robbie nel 2011 in “Progress” li ha visti battere il record di velocità di vendita per il 21° secolo. L’uscita di Williams e Jason Orange ha lasciato il gruppo con 3 membri che hanno fatto uscire gli album “III” e “Wonderland” che hanno raggiunto il disco di platino. La loro longevità e abilità di creare una pop music eterna ha portato i Take That sulla vetta del British Pop Music e “Odissey” celebre il loro posto tra le più grandi pop band della storia.

Pochi mesi fa è uscito ‘Odissey’, un greatest hits album che porta l’ascoltatore in un viaggio attraverso l’incredibile storia di una delle più band britanniche di maggior successo di tutti i tempi. Prima dell’uscita dell’album i fans potranno avere un assaggio di quanto sta per arrivare con la pubblicazione del singolo “Pray (Odissey Version)” che sarà disponibile da oggi. L’album “Odissey”, prodotto da Stuart Price, contiene 27 brani che attraversano 3 decenni della storia della band, dal loro debutto con “Take That and Party” del 1992 ad oggi.

L’album vede anche la partecipazione di alcuni special guest insieme a 3 brani inediti.

‘Odissey’ è una celebrazione sia del passato che del presente dei Take That, un viaggio emozionale attraverso tutte le loro incarnazioni. L’album è impreziosito con racconti della loro vita, costruendo una narrativa storica intorno alle canzoni, la storia di 5 teenager del nord dell’Inghilterra che sono diventati una delle più grandi boy band di tutti

i tempi prima di dividersi e poi ritrovarsi di nuovo 9 anni più tardi in quella che ha rappresentato una delle più sensazionali reunion mai viste. “La storia è assai folle si ci pensi” dice Howard. «Volevamo raccontare la storia della band – aggiunge Mark – la storia di cosa ci è successo. Se devi avere anche solo un disco dei Take That, questo è quello da prendere».

Il doppio album è un mix tra le loro più grandi hits ed alcune versioni «brillantemente re- immaginate» dei classici dei Take That, con nuovi entusiasmanti arrangiamenti. «Alcuni brani sono stati reinterpretati ma senza togliere ciò la gente ha amato quando li ha ascoltati – dice Gary -. Devi essere rispettoso ma allo stesso tempo devi avere l’ambizione di fare emergere qualcosa di nuovo».

Se c’è una cosa che i Take That non sono mai stati è essere prevedibili, dai temi degli album alle produzioni epiche dei loro live shows. “Odissey” è un’altra lente attraverso il quale i fans possono apprezzare il lavoro di una band che ha raggiunto il n.1 in classifica con 6 album e che ha venduto più di 45 milioni di dischi in 30 anni.

Hits: 0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.