Pubblicato il Lascia un commento

Un album di cover per festeggiare 30 anni di carriera dei The Mavericks

I The Mavericks festeggiano 30 anni di carriera da primi della classe della scena country rock americana con un album di cover incredibile.

‘Play The Hits’ è l’omaggio della band di Raul Malo ai classici che hanno influenzato il loro modo di scrivere e suonare.

Nel disco sono presenti tra gli altri classici reinterpretati di Elvis, Bruce Springsteen, Patsy Cline, Marvin Gaye e Willie Nelson.

 Mavericks sono maestri riconosciuti del country-latino-rock’n’roll, stelle della scena rock americana e presenti nelle classifiche country fin dal loro esordio alla fine degli anni ’80, grazie ad hit come ‘What a Crying Shame’ e ‘All You Ever Do is Bring Me Down’.

La band di Miami, Florida, si era sciolta nel 2004, per poi tornare più forte che mai nel 2012 come re inconstrati della scena country rock statunitense e tra i live act più celebrati del paese. Il nuovo album ‘Play The Hits’ nasce dal desiderio di omaggiare i maestri che hanno spinto i Mavericks a diventare musicisti, ma anche ringraziare il pubblico dei loro live che già conosceva l’impatto di alcune di queste perle.

“Come musicisti – racconta Raul Malo – ascoltiamo sempre la musica degli altri per trarne ispirazione, confrontarci e dirci che un giorno le registreremo anche noi”.

TRACKLIST

  1. Swingin’ – John Anderson
  2. Are You Sure Hank Done It This Way? – Waylon Jennings
  3. Blame It on Your Heart – Patty Loveless
  4. Don’t You Ever Get Tired (Of Hurting Me) – Ray Price
  5. Before the Next Teardrop Falls – Freddy Fender
  6. Hungry Heart – Bruce Springsteen
  7. Why Can’t She Be You – Patsy Cline
  8. Once Upon a Time (feat. Martina McBride) – Marvin Gaye & Mary Wells
  9. Don’t Be Cruel – Elvis Presley
  10. Blue Eyes Crying in the Rain – Willie Nelson
  11. I’m Leaving It Up to You – Dale & Grace
The MAVERICKS info: . https://www.facebook.com/TheMavericksMusic/ . https://www.themavericksband.com/ . https://www.instagram.com/the_mavericks/
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *