Pubblicato il Lascia un commento

‘Pyroclasts’, nuovo album dei Sunn O))) è ‘l’altra faccia’ del precedente ‘Live Metal’

L’album dei Sunn O))) ‘Pyroclasts’ è il risultato di quanto accadeva la mattina prima delle sessioni di registrazione o la sera al termine di una giornata di lavoro su ‘Live Metal’, nel corso delle due settimane che sono servite per la registrazione dell’album nel luglio 2018.
In pratica, tutti i giorni i partecipanti al progetto si riunivano e registravano un pezzo di drone della lunghezza di circa 12 minuti e registrato su nastro da due pollici: «un’opportunità per scavare in una profonda apertura o chiusura della sessione di giorni in un modo musicale profondo con tutti i partecipanti. Per connetterti e riconnetterti, liberare un po’ la mente creativa e visitare lo spazio di ognuno dei partecipanti al progetto, attraverso una vera e propria immersione sonora.
I quattro brani di ‘Pyroclasts’ vede impegnati Tim Midyett, T.O.S., Hildur Guðnadóttir e, come sempre, Stephen O’Malley e Greg Anderson.
La musica di ‘Pyroclasts’ è intrecciata inestricabilmente a ‘Life Metal’: di fatto esiste sulle stesse bobine di nastro ed è stato registrato da Steve Albini.
Si tratta di un disco ‘gemello’, o, forse, di un album ombra. Ma esiste anche in una forma di pausa, uno spazio temporale che esiste tra e intorno alle strutture compositive di Sunn O))).
L’immersione in questa musica porterà a scoprire grandi dettagli e colori, chiarirà l’immagine, incoraggerà una profondità di messa a fuoco e immobilità che può condurre ad un’esperienza profonda. Una forma profonda di elementalismo, persino atomismo, e connessione con il momento, il tempo e la realtà della presenza.
Quattro incredibili paesaggi di memoria di Samantha Keely Smith abbelliscono la copertina dell’album. Stephen e Greg dedicano questo album ai ricordi di Ron Guardipee, Kerstin Daley e Scott Walker.

TRACKLIST

  1. Frost (C)
  2. Kingdoms (G)
  3. Ampliphædies (E)
  4. Ascension (A)
Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.