Pubblicato il Lascia un commento

“Oceano”: il nuovo singolo del giovane Don Said rappresenta l’inizio di un nuovo percorso

Oceano” è il titolo del nuovo singolo di Don Said, prodotto da Collater.al Sound e distribuito da The Orchard, disponibile in streaming su Spotify, su tutti i digital store e – con video ufficiale – su YouTube.

Dopo alcun singoli nella prima parte dell’anno e diversi live tra la primavera e l’estate, Don Said torna in studio e chiude il 2019 con un nuovo singolo, che segna anche l’inizio di un nuovo percorso personale e artistico. “Oceano” infatti è un brano triste e malinconico, dalle sfumature crossover, che sembra il racconto di una storia d’amore ma che in realtà cela molto di più. La traccia è infatti una metafora, le liriche parlano in realtà del difficile rapporto con la dipendenza, e di quanto quest’ultima sia logorante tanto nel fisico quanto nell’anima. Don Said si mette a nudo e non nasconde le proprie fragilità, cercando di metabolizzarle tramite la scrittura. Le atmosfere evocate dalla strumentale, prodotta da Federico Maccherone e Thomas Feriero, sottolineano alla perfezione il lato struggente del racconto; ad arricchire il tutto, la chitarra presente nel pezzo è suonata dallo stesso Don Said.

Il video di “Oceano” vede la regia di Enrico Cerovac e la direzione artistica di Marco Aurelio Mendia e Andrea “Muten” Carveni – quest’ultimo firma anche l’artwork del brano – e mostra il conflitto interiore del rapper, rappresentato dall’intima oppressione delle scene al chiuso e dallo spazio sterminato nelle scene all’aperto.

«Mi sono detto tante volte di raccontare questa storia, di provare a sfogarmi e alleggerirne il peso con la musica. Non l’ho mai voluto fare perché non amo parlare di ciò che mi affligge, nemmeno con le persone a me care. Questo brano è stato scritto più col cervello che col cuore, ho cercato tutti i punti d’incontro fra la vera storia che c’è dietro e una storia d’amore», ha commentato Don Said, parlando del suo disco.

Don Said, classe 1999, nasce a Catania, dove muove i primi passi nel mondo della musica e inizia a coltivare la passione per la scrittura. Dopo numerosi live e singoli da indipendente, si trasferisce a Milano per continuare il proprio percorso musicale. Il nome “Said” deriva da uno dei protagonisti del film “L’odio” di Mathieu Kassovitz.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *