Pubblicato il Lascia un commento

‘Ciao Brain 2’: il ritorno del rapper bolognese dopo 4 anni

“Ciao Brain 2” è il titolo del nuovo mixtape di Brain, disponibile in streaming su Spotify, sui digital store e in copia fisica.
A quattro anni di distanza dal primo capitolo, Brain torna con il secondo appuntamento della saga di mixtape “Ciao Brain”, un esercizio di stile e tecnica da parte del rapper bolognese, che però non si limita a questo. Le liriche hanno infatti un ruolo fondamentale nel nuovo progetto di Brain, come nel resto della sua produzione, e anche in quest’occasione la sua vita, le sue esperienze, le sue riflessioni – dovute a ciò che ha vissuto e a ciò che vive tutti i giorni – sono protagoniste indiscusse.
“Ciao Brain 2” arriva dopo un periodo difficile a livello personale per Brain, tornato a vivere in quartiere dopo molto tempo, e tutto ciò si riflette nella sua musica.

Nel mixtape trovano spazio racconti di realtà cruda, quella lontana dalla patina del rap mainstream, ma allo stesso tempo storie di amicizia, di rapporti importanti, ma anche di relazioni finite male, perché queste ultime aiutano a crescere.

“Ciao Brain 2” è un manifesto della voglia di rivalsa di Brain, che continua a manifestarsi tramite la sua musica, che sa prendersi sul serio quando serve, ma anche essere irriverente, ironica e dissacrante in altri casi: in sostanza è un ritratto a 360 gradi dell’autore.
Nel mixtape compaiono diversi artisti, alcuni amici di lunga data di Brain e altri al primo pezzo insieme, sia al microfono che alle produzioni. In tracklist figurano – in ordine di apparizione – Kiquè, Moder, Dj Fastcut, Souly G, Dequantiside, Zampa, Akran, RicoBeats, Hybrido, i DSA Commando, DogBoy, Yuri O.G. Beats, Yondo, Sasha Shinez, VinzVitton, Sgravo, Habe, Brenno, Il Turco, Greve e Claver Gold.
La cover di “Ciao Brain 2” è a cura di Bert.
Parlando del disco, Brain ha detto che si tratta di un lavoro «hardcore, fa pensare, fa commuovere, fa sorridere: è “Ciao Brain”»

Francesco Spatafora a.k.a. Brain (1983) è membro dei Fuoco Negli Occhi, il gruppo hip hop bolognese con più seguito nel capoluogo emiliano. Con la crew di appartenenza Brain pubblica tre dischi: “Graffi Sul Vetro” (2006), prodotto da Piotta per la Grande Onda, lo street-album “Full Immersion” (Relief, 2008) e “Indelebile” (Semai / Grande Onda, 2012). Nel 2009 arriva “BrainStorm”, il suo debutto solista, prodotto da Semai e ben accolto dalla critica specializzata. Tra i featuring MichaSoul, Prosa, Chiodo, Kiave ed Ensi. Nel 2011 Brain si ripresenta insieme a Lord Madness per “Settimo cerchio” (Audioplate). Nel frattempo si afferma come la voce hip hop più credibile di Bologna, con live che contano sempre centinaia di spettatori. Nel 2013 pubblica con “BrainStorm II” (Audioplate / Mandibola rec. / Irma rec.). Per anni è parte di Carati, il super collettivo di rap italiano, con cui realizza diverse tracce e suona in tutta Italia. Nel 2015 pubblica “Incubo di una notte di mezza estate” con Brenno, mentre negli anni successivi per Glory Hole Records escono “Leocadia” e “Ciao Brain”. Nel 2018 pubblica da indipendente “The Dark Side Of The Brain”, mentre nel 2020 torna con “Ciao Brain 2”, secondo capitolo della saga di mixtape, pubblicato da Glory Hole Records & 4tuna.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *