Pubblicato il Lascia un commento

A fine marzo, ‘Dry’ e ‘Red Shoes’ dei The Durutti Column esclusivamente su vinile

Materiali Sonori, in collaborazione con Goodfellas, presenta I Durutti Column rimangono uno dei gruppi cruciali nello sviluppo della scena post-punk britannica, il loro erratico suono romantico ne ha definito per lunghi tratti lo stile, ponendo addirittura le basi per alcune sofisticate filiazioni tra new wave e musica ambient.

Dal primo album ‘The Return Of Durutti Column’ (uscito per la Factory nel 1980), il chitarrista pianista e compositore Vini Reilly ha realizzato una serie  di album magistrali che avrebbero reso originale ed inarrivabile la sua miscela.


I nostri hanno anche avuto un rapporto particolare con l’Italia, invitati alla prima edizione del Greetings Festival di San Giovanni Valdarno nel 1985, hanno da quel momento instaurato un rapporto di stima e di collaborazione con l’etichetta Materiali Sonori che ha pubblicato al tempo proprio i dischi ora in collaborazione con Goodfellas.

 le ristampe di due rarità dei The Durutti Column: ‘Dry’del 1991 e ‘Red Shoes’ del 1992 (per la prima volta su vinile, qui con in coda l’Ep ‘Greetings Three’ uscito nel sempre 1992 per Materiali Sonori).
Entrambi i dischi sono in edizione limitata, usciranno solo su vinile e non sono disponibili in streaming.

La ristampa in vinile di ‘Dry’ è un’occasione imperdibile per rivalutare una perla nascosta della discografia dei The Durutti Column. Le quindici canzoni sono state registrate a Manchester nel 1990 e pubblicate da Materiali Sonori nel 1991. Mai come in questo caso la musica dei Durutti Column va a colmare quel vuoto pneumatico esistente tra (post)rock malinconico e new age “progressiva”.

Per la prima volta in vinile, ‘Red Shoes’ include otto registrazioni (risalenti all’inizio del 1992), cinque brani inediti, una nuova versione di ‘When The World’ e due sofisticate rivisitazioni di ‘For Madeleine’ e ‘For Zinni’. Vini Reilly ha inciso in piena solitudine questo disco, utilizzando la sua chitarra e vari dispositivi elettronici.
Vini ha sviluppato il suo viaggio musicale utilizzando affascinanti passaggi per chitarra; la sua musica intrisa di componenti New Age, minimalismo, folk elettrico e musica ambient.

In coda alla nuova edizione su vinile di ‘Red Shoes’ ci sono i quattro brani dell’introvabile Ep ‘Greetings Three’ dedicati dalla band di Vini Reilly alla Toscana. Il disco è un importante tassello della collaborazione dei Durutti Column con Materiali Sonori.

TRACKLIST

DRY

01. Dry
02. Paradise Passage Road
03. Rope Around My Neck
04. Short
05. Boat People 1
06. Boat People 2
07. Our Lady (version)
08. Grade 2 Duet
09. Octaves
10. Out Of The Blue
11. Otis (live)
12. English Landscape Tradition (live)
13. Finding The Sea (live)
14. Bordeaux (live)
15. The Beggar (live)

‘Red Shoes’

01. Red Shoes [3:14]
02. When The World (Version) [4:31]
03. For Madeline (II) [4:47]
04. Pete’s Riff [6:40]
05. For Zinni (III) [2:54]
06. The Crowned Goddess [2:57]
07. For Rebecca [3:57]
08. Song For Les Preger [2:41]
09. Florence Sunset ** [5:07]
10. All That Love And Maths Can Do ** [3:39]
11. San Giovanni Dawn ** [3:59]
12. For Friends In Italy ** [4:42]


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *