Pubblicato il Lascia un commento

“Rust In Peace”: trap, metal, scream e oscurità si amalgamano nel primo singolo del progetto Neo13

Rust In Peace” è il nuovo singolo del collettivo Neo13, collettivo torinese formato dalle voci di Slumpthinidle & Reakira e dalle produzioni di Karasho, nato nel 2017 e legato a quella corrente stilistica che si trova a suo agio nel mescolare elementi provenienti da correnti apparentemente lontanissime: nella musica dei Neo13 si combinano infatti, tra le altre influenze, trap, metal e scream, dando vita ad un mix aggressivo e distruttivo. Dopo un’esperienza in Yalla Movement, il trio ha deciso di tornare indipendente e affiancarsi a Rehab Music, dando vita ai lavori per “TREDICI”, il loro prossimo progetto discografico. “Rust In Peace” è il primo capitolo di questo nuovo viaggio.

Il singolo è un manifesto dell’immaginario e dell’identità sonora del collettivo, a partire dal titolo – che gioca sul concetto di “rest in peace”, riposa in pace, inserendo però “rust”, ruggine. I temi dell’oscurità, della morte e dell’autodistruzione, riferimenti ad elementi esoterici e sovrannaturali, a metà tra i Black Sabbath e Lovercaft, si mescolano ad altri tipici del mondo trap. Il risultato è impegnativo, ma affascinante, ed è solo uno scorcio di ciò che hanno in programma con il disco. “Rust In Peace” è la soglia da varcare per entrare nel mondo Neo13, il resto è tutto da scoprire.

Il video ufficiale di “Rust In Peace” sarà disponibile su Youtube a partire da sabato 29/06 alle 14.00.

Rust In Pieace per noi vuole essere il primo passo per portare in un genere così aggressivo un concetto all’apparenza opposto: questo incontro per noi si chiama, per l’appunto, Neo13” hanno dichiarato dal collettivo Neo13.

LA “NEФ-13” è un collettivo nato nella città di Torino dall’unione di Slumpthinidle, Reakira e il produttore Karasho. Nascono come rapper, girando i centri sociali d’Italia insieme alla loro crew, la “Delta Primo Squad”, realtà torinese nata nel 2017; si separano dalla realtà nel 2020, a seguito di alcuni progetti solisti e tre video ufficiali su YouTube del filone Trap Metal. Sulle basi sempre a loro modo “estreme” e sperimentali troviamo il direttore d’orchestra, Karasho (all’anagrafe Riccardo Brandolo, classe ‘99), con cui Reakira (all’anagrafe Niccolò Gatti, classe ‘99) con la sua versatilità vocale e Slumpthinidle (all’anagrafe Alessandro Lodo, classe ‘02), con una scrittura introspettiva, creano qualcosa di aggressivo e riflessivo nello stesso tempo. Dopo un percorso discografico iniziato con l’etichetta Yalla Movement di Big Fish e Jake la Furia, nel 2021 il gruppo si accosta alla realtà indipendente Rehab Music, preparandosi a manifestare il propria immaginario con il loro primo disco ufficiale, in arrivo in autunno, anticipato dal singolo “Rust In Peace”.

INFO:
www.instagram.com/reakiira/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *