Pubblicato il Lascia un commento

Sotto i riflettori – La selezione dello Sky Stone di questa settimana

Anche questa settimana proponiamo una serie di dischi da mettere sotto i riflettori. Tra le tante uscite che hanno caratterizzato anche questo fine settimana, infatti, lo Sky Stone & Songs ne ha scelte alcune che vanno a dare una panoramica che possa interessare i lettori e soddisfare un po’ tutti i gusti.

Ecco i dischi che René ha scelto.


Il disco più atteso questa settimana che è sicuramente quello degli Arcade Fire, ‘WE‘. Sesto album in studio per i canadesi che tornano a 5 anni di distanza dal loro ultimo lavoro ‘Everytingh Now’. Registrato in molteplici location, l’album è prodotto da Nigel Godrich (Radiohead, Paul McCartney, Beck, U2, Roger Waters, Rem e altri), assieme, ovviamente a Win Butler e Régine Chassagne, leader della band e marito e moglie nella vita. Riassume il periodo più lungo che i due abbiano passato a scrivere consecutivamente, come lo definisce lo stesso Butler: il risultato è una quarantina di minuti di un’epopea ispirata sia dalle forze che allontanano le persone che si amano, sia dall’urgenza di superarle. Un viaggio catartico che parte dall’oscurità per arrivare alla luce, attraverso 7 brani divisi in due parti distinte: la prima – I – che incarna la paura e la solitudine e la seconda – WE – che esprime la gioia e il potere del contatto. Nota a margine, il featuring di Peter Gabriel nel brano ‘Unconditional’.


Prosegue l’operazione di recupero dei bootleg degli epici concerti di Neil Young. Questa settimana arriva Live at Royce Hall 1971, che ferma nel tempo il concerto del 30 gennaio di quell’anno, che rappresenta la data finale del tour americano di Neil Young da solista.


Altra uscita, sempre di Neil Young e sempre del 1971 è ‘I’m Happy That Y’All Come Down’, registrazione non ufficiale del live al Los Angeles Music Center Dorothy Pavillon e che presenta le foto originali di quel concerto


Terza e ultima uscita ‘Citizen Kane Jr. Blues’, altro epico live avvenuto il 16 maggio 1974 al Bottom Line di New York. Qua si trova anche il brano ‘Over The End’, ispirato al rapimento di Patricia Hearst.


Tuffiamoci nella musica italiana d’autore, con la pubblicazione di ‘Accade‘ di Francesco Bianconi. In un anno che vede decisamente impegnato Bianconi, che sarà presente anche sul mercato francese, ‘Accade’ è un concept-raccolta di cover e tributi. Nove brani ispirati dal gusto, dall’empatia, dalla storia e dalla curiosità musicale dell’artista che ha reso omaggio a grandi cantautori e interpreti della canzone italiana, quali Francesco Guccini, Federico Fiumani, Ornella Vanoni, Luigi Tenco, Paola Turci ed altri, fino al ‘divertissement’ d’autore del brano ‘Playa‘, che vede la partecipazione in questa versione inedita di Baby K.


Per gli appassionati del ‘disco nero’, arriva anche la versione in vinile di ‘Overload’ degli Yard Act, album che già vi avevamo segnalato nella sua versione cd e che continua a convincerci. Qua si spazia, infatti, da un duro e cinico post-punk, a quel ‘rap-che-non-è-rap’ (come lo definiscono loro stessi), fino a un’elettronica che ricorda da vicino quella dei LCD Soundsystem. I temi sono tutt’altro che leggeri, molto politicizzati e che guardano fortemente al sociale, ma vengono trattati con un’ironia e una leggerezza che li rende decisamente più facili da approcciare.


Dopo tre anni dal loro ultimo album, i Rammstein tornano il loro nuovo lavoro, ‘Zeit‘, che segue l’album senza titolo che portò nel 2019 la band tedesca direttamente in vetta alle classifiche di vendita di 14 diversi Paesi. Adesso, dopo la più lunga pausa intercorsa tra due opere nella loro carriera, esce ‘Zeit’, che è disponibile in più versioni: cd digipack standard con un booklet di 20 pagine; cd digipack a 6 pannelli con un booklet di 56 pagine e in doppio vinile da 180gr, con un libretto delle dimensioni del vinile da 20 pagine


E versione in vinile anche per ‘Genesis Revisited band & Orchestra‘ di Steve Hackett, album che permette ai fan di scoprire una nuova straordinaria dimensione del materiale dei Genesis, che da tempo Hackett porta live sui palchi di tutto il mondo. Questo concerto, infatti, è stato registrato nell’ottobre 2018 alla Royal Festival Hall di Londra e il classico repertorio dei Genesis viene interpretata, oltre che da Hackett e la sua formazione, da un’orchestra di 42 elementi, fondendo così in modo brillante la musica progressive e la magnificenza orchestrale. Per la versione in vinile, Hackett ha rimasterizzato appositamente tutto il materiale sonoro.


Torna disponibile anche in vinile ‘Xenoverso‘ di Rancore, l’album uscito a metà aprile che rappresenta il ritorno sulle scene del rapper romano, dopo il successo di ‘Musica per Bambini’. Nell’album appaiono anche il singolo post-pandemoco ‘Equatore‘ con il featuring di Margherita Vicario e il successo sanremese ‘Eden‘, prodotto da Stardust

Hits: 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.